lupettoAppuntamento per il
Tour Bike 2019
XVI Edizione
14 Agosto 2019

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando “Accetto» permetti l’uso dei cookie, cliccando “Rifiuto» nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell’informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l’uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

    Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Villavallelonga

villavallelonga, panorama

Centro turistico del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, sorto intorno all’anno 1000 su di un colle a 1050 metri slm, con un caratteristico centro storico che attualmente ospita un museo all’aperto: Storie di piante, pastori, streghe e briganti. Dal borgo antico, naturale belvedere, è possibile spaziare con la vista sulla Valle e fino alla Piana del Fucino. La sua popolazione attuale è di circa 1000 abitanti.
Villavallelonga è posta nel mezzo di una Valle, Vallelonga¸ chiusa tutt’intorno da montagne coperte di fitte foreste plurisecolari, vero scrigno di natura incontaminata e di biodiversità, come l’orso bruno marsicano a cui è dedicata un area faunistica dove è possibile osservare esemplari del plantigrado in semilibertà; la “Faggeta più antica d’Europa” all’interno della foresta di Valle Cervara  o come la recente scoperta di diverse specie di pipistrello rarissime o addirittura credute estinte.
Villavallelonga è stata riserva di caccia dei Savoia proprio per la ricchezza di fauna selvatica, non solo orsi, ma anche lupi, cervi, cinghiali ecc. I Prati d’Angro e i boschi circostanti hanno visto spesso un visitatore d’eccezione in papa Giovanni Paolo II che amava venire in questi posti a ritemprarsi.
Per queste caratteristiche è meta di turismo e di soggiorno. Facilmente raggiungibile da Roma (poco più di 1 ora di auto), da Pescara e da Napoli e nonostante l’elevata altitudine non ci sono tornanti o altre difficoltà orografiche per raggiungerla.
E’ dotato di una discreta ricettività con un ostello, due piccoli alberghi, due camping oltre ad una diffusa possibilità di case in affitto.
E’ una meta ormai irrinunciabile per gli appassionati di escursionismo e di turismo naturalistico ma soprattutto per i sempre più numerosi praticanti della mountain bike. Difatti vi si svolgono varie manifestazioni curate dalla locale associazione Vallelonga bike tra le quali merita di essere menzionata il Tour bike della transumanza – Sul cammino degli avi pastori, che ripercorre in mountain bike i tratturi percorsi in passato dai pastori abruzzesi durante le loro stagionali migrazioni al Tavoliere di Puglia  con le loro greggi.
Vivono ancora nel paese molte antiche tradizioni che trovano la sua più alta e partecipata espressione nella festa di Sant’Antonio Abate del 17 gennaio.
Molto apprezzate dai locali e dai numerosi turisti le numerose manifestazioni di carattere gastronomiche che valorizzano i prodotti tipici del territorio insieme alla cultura e alla tradizione legata alle attività silvo pastorali che caratterizzavano l’economia del luogo.

 

 Come si arriva a Villavallelonga

cartina stradale per VillavallelongaPer chi proviene da Roma, Pescara, L’Aquila: prendere l’autostrada A25 Roma-Pescara e uscire ad Avezzano (A). Continuare dritti sulla superstrada per Sora-Cassino e superato il primo distributore di carburante uscire all’Area Industriale di Avezzano. Seguire le indicazioni per Luco dei Marsi, Trasacco, Collelongo, Villavallelonga (B).

Per chi proviene da Napoli: prendere l’autostrada A1 e uscire a Cassino, quindi prendere la superstrada del Liri in direzione Sora-Avezzano. Superato Capistrello –C– uscire all’Area Industriale di Avezzano. Seguire le indicazioni per Luco dei Marsi, Trasacco, Collelongo, Villavallelonga (B).