lupettoAppuntamento per il
Tour Bike 2018
XV Edizione
25 Agosto 2018

Iscriviti Adesso

Posti Rimanenti: 27
Elenco degli iscritti

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando “Accetto» permetti l’uso dei cookie, cliccando “Rifiuto» nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell’informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l’uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

    Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

Regolamento del Tour Bike della Transumanza

 

  • La partecipazione al tour è riservata ai ciclisti tesserati con la FCI o altro ente di promozione sportiva aderente alla Consulta Nazionale del Ciclismo (ACSI, AiCS, A.S.C., ASI, C.S.A.In. Ciclismo, CSEN, CSI, ENDAS, Centro Nazionale Sportivo Libertas, MSP Italia, OPES Italia, UISP, US Acli). Tali organismi adottano infatti regole per la tutela sanitaria dei tesserati,  con adeguate visite medico-sportive annuali, la copertura assicurativa e modalità di tesseramento atte a garantire ai ciclisti lo svolgimento del tour con la dovuta sicurezza. Per la partecipazione al Tour Bike è richiesta inoltre una preparazione fisica e tecnica nella guida della mountain bike tale da poter affrontare le tappe così come desritte nella sezione Il Tour Bike. Ognuno garantisce della propria condizione fisica e delle proprie capacità tecniche.
  • Il percorso è unico per tutti, tracciato con il gps e non sono ammesse deviazioni. In caso di imprevisti (es. maltempo) è prerogativa esclusiva degli organizzatori decidere eventuali cambiamenti.
  • Il percorso non è segnato. Si cerca di pedalare tutti insieme. Gli organizzatori sono presenti in testa, in coda ed in mezzo al gruppo e sono sempre in comunicazione via radio anche con i mezzi di supporto. Nessuno può superare chi conduce il gruppo o rimanere dietro l’ultimo degli accompagnatori.
  • Sono previsti dei punti di sosta per ricompattare il gruppo, riposarsi e rifocillarsi. Pur cercando di rispettare la pianificazione, sulla base dell’andamento e delle condizioni del gruppo (cosa non nota a priori), gli organizzatori decidono al momento dove fermarsi e quando ripartire.
  • Ogni ciclista garantisce sulla sua forma fisica e sulle capacità di portare a termine le tappe. Si cerca sempre di mantenere un’andatura tale da far divertire tutti e da permettere a tutti di completare la tappa in sella. Comunque, in caso di necessità (es. buio imminente) o nel caso in cui l’andatura di un ciclista è tale da rallentare tutto il gruppo, egli deve obbligatoriamente salire sul pulmino fino al prossimo punto di sosta.
  • I ciclisti sono sistemati di norma in camere doppie. Le coppie vengono fatte cercando di rispettare le segnalazioni dei partecipanti, in ordine di prenotazione. Peraltro tali segnalazioni non possono essere considerate vincolanti per l’organizzazione soggetta alle disponibilità delle strutture alberghiere. In mancanza di specifiche, le coppie vengono formate degli organizzatori. Non sono ammessi cambiamenti nell’attribuzione delle camere.
  • In caso di indisponibilità delle strutture alberghiere è possibile che un gruppo ristretto venga alloggiato in camera tripla.
  • Eventuali consumazioni dal frigo bar vanno saldate in modo autonomo dagli occupanti della camera.
  • Nel viaggio Villavallelonga-Ortanova le bici vengono trasportate sui pullman e sui furgoni. L’organizzazione esegue tutte le accortezze possibili (cartoni, protezioni) per non rovinare i mezzi. In ogni caso chi lo ritiene opportuno può provvedere a proteggere in modo autonomi la propria bici utilizzando delle buste da imballaggio.
  • Durante le tappe i bagagli sono trasportati dai furgoni. Ogni partecipante è responsabile, all’arrivo in albergo, di prelevare il proprio bagaglio dal furgone e di riporcelo il giorno successivo.
  • L’organizzazione ha una piccola officina con pezzi di ricambio «standard» a supporto del tour. I pezzi di ricambio sono a pagamento. Ognuno deve avere al seguito una minimo di attrezzi/parti di ricambio (camera d’aria o schiuma antiforatura, mini tools, pompa, …) da utilizzare in caso di problemi.
  • Ogni partecipante deve provvedere in modo autonomo al proprio fabbisogno idrico. In particolar modo, viste le temperature e l’assenza di punti di rifornimento di acqua in alcuni tratti, è richiesto l’uso di uno zaino idrico o almeno di una doppia borraccia. Inoltre si consiglia vivamente di portarsi ed assumere almeno due bustine al giorno di sali minerali per evitare crampi.
  • Ogni partecipante deve assicurarsi prima di partire sulle perfette condizioni della sua bici (freni, catena, cambio, …). Vista la diversità dei pezzi di ricambio, si consiglia di portarsi dietro alcuni ricambi essenziali per la propria bici (es. pasticche freni, falsa maglia, …)
  • Il tour è accompagnato dai seguenti mezzi: furgone per trasporto bici ed un pulmino adibito a trasporto passeggeri. Questi mezzi saranno necessari durante il tour da quei partecipanti che per varie cause (temporanea stanchezza, rottura del mezzo, malanni fisici ecc.), vorranno o dovranno temporaneamente interrompere la pedalata.
  • L’uso del casco èobbligatorio.
  • Il tour verrà effettuato con qualsiasi condizione meteo.
  • In caso si decida di non partecipare più all’evento entro la data di termine ultimo delle iscrizioni si avrà diritto al rimborso della quota versata sottratte 50€. Dopo il termine delle iscrizioni non si avrà diritto ad alcun rimborso.